martedì 26 dicembre 2006

Serata all'Amusement Parc

Ciao a tutti! Dopo un Natale in famiglia, passato a mangiare e chiacchierare, ieri sera sono andata per la prima volta a ballare all'Amusement Parc, a Padova. Quando si dice che il tango è una droga: io non ballavo orami da sette giorni ed ero in preda ad una classica crisi di astinenza. Degli amici mi avevano avvisato che c'era una bella festa a Pradamano (Udine) ma altri mi hanno invitato a rimanere in Veneto, ed allora... L'amusement mi attirava perchè ero già stata a ballare lì, ma solo nello spazio estivo. Ora finalmente ho visto anche lo spazio invernale.. molto bello! Il locale è ricavato da un capannone (in ottime condizioni) ed il posto dove si balla il tango è al primo piano. Il pavimento è stupendo, ed appena arrivata sono stata accolta da una meravigliosa massa di stelle di Natale e dai festoni che ornavano il tetto del locale. Veramente suggestivo!
La serata era davvero molto affollata, almeno per i nostri canoni di Parma: a occhio e croce ci saranno state 120 persone. La cosa veramente bella è che c'era gente un pò da tutte le parti: ho trovato gli amici di Milano, che spesso vengono a Reggio a ballare, gente di Bologna, di tutto il Veneto.
Il livello di ballo molto alto. Ho passato parte della serata a tentare di convincere uno degli amici di Milano a buttarsi nella danza, ma ha rifiutato.. deve ancora superare lo scoglio del timore da pista.
Io, complice il fatto che sono arrivata con gente che conoscevo, e mi sono seduta al loro tavolo, sono riuscita a chiacchierare molto e soprattutto anche a ballare! Cosa che non sempre capita ad una ballerina la prima volta che si trova in una pista nuova..
Ho ballato meravigliosamente con Stefano, Beppe, l'altro Stefano (che non vedevo da diverso tempo, e con il quale avevamo diviso i bagordi a Fivizzano... insieme a Cinzia, Ilona e Chiara) ed altri...
Ho conosciuto una ragazza molto simpatica di Venezia, Barbara, la quale mi ha raccontato che a Venezia ci sono una marea di associazioni.
Insomma, una serata veramente simpatica.
Se a tutto questo si unisce il fatto che ad un certo punto ho incontrato Paola di Reggio che era venuta a ballare lì con Daniele, e che sono venuti a sendersi con noi e quindi si è unito anche un angolo di casa, si capisce come questo sia stata la classica ciliegina sulla torta... di Natale!
Ciao a tutti!

4 commenti:

augustab ha detto...

Ciao, mi chiedevo: c'è posto per una tanguera esordiente senza compagno? Io vado a lezione in quel di Scandiano, ma non so dove andare a ballare, lezioni a parte, soprattutto perchè non ho un compagno. Potete darmi dritte? Grazie...

Alessio ha detto...

E allora vedremo di infilarci nelle tue amicizie venete per provare qualche nuova milonga... Un tango a Venezia, secondo me, deve avere un sapore particolare!!!

Anonimo ha detto...

Ti confermo, è verissimo.
D'estate c'è una milonga all'aperto in Campo San Giacomo: è una piazzetta di Venezia circondata di case, e si balla proprio nella piazza. E' un'esperienza meravigliosa..

Ros ha detto...

ciao augustab, i corsi e le milonghe sono pieni di ballerine senza 'compagno'! non farti frenare! a volte si ha meno spinta quando ci si deve muovere da soli e introdursi in ambienti nuovi... ma ha il suo fascino e la sua utilità 'provare' ballerini diversi... scopri quante sfumature può avere il tango. vieni a trivarci al castelletto il mercoledì! dopo la lezione principianti alle 22 comincia la nostra milonga/pratica guidata! ti aspettiamo.