martedì 5 agosto 2008

Osmar Maderna

Sto sviluppando una sorta di ammirazione adorante per il pianoforte di Osmar Maderna... Non per il piano in sé, capitemi, che sarà pure stato carino, ma per il suo modo di suonarlo. E' fantastica la sua capacità di dialogare con gli altri strumenti, e penso in particolare, scrivendo queste righe, all'orchestra "stellare" di Miguel Calò.
Maderna non entra mai di prepotenza con un solo eccessivo, mai picchia forte sui tasti. Mai ampolloso o enfatico, Maderna al massimo ricorda la sua presenza a chi ascolta con un raffinato accordo in sesta alla fine del tango, come una leggera firma in calce ad una poesia...
Maderna è come quel commensale che chiosa con intelligenza i discorsi dei suoi compagni di tavola, capace com'è di far salire in arguzia e intelligenza il tono della serata cucendo insieme in contrappunto le parole altrui. Mai alza la voce, mai s'impone per essere ascoltato, non ne ha bisogno.
Giocare con i piedi sul piano di Maderna è uno dei più raffinati piaceri, io credo, concessi ad un ballerino di tango. Io ne vado matto!
La cosa strana, ma che forse strana non è, è che Maderna mi affascina proprio per essere così diverso da me. Che non suono il piano, sia chiaro, ma che in compagnia ci entro delicato come Gentile entrava su Maradona ai mondiali dell'82. Tanto sono impulsivo io quanto è misurato lui, tanto spesso a sproposito io quanto sempre leggero lui: forse che gli opposti si attraggono?
Scordavo: dal modo di Maderna di suonare il piano si capisce perfettamente e senza dubbi che gli piaceva la granita al caffè... Non chiedetemi il perché ma io lo so per certo!

10 commenti:

niky ha detto...

Mi tradisci Angel D'Agostino così ?

Alessio ha detto...

Pofferbacco! Ma che dici? Mettiamola così, Nicky, quando ti sposi e ami tua moglie per te sarà sempre la donna più bella del mondo, ma ciò non t'impedisce di ammirare la bellezza di un'altra donna.
Ma il Dago non si discute...

niky ha detto...

Ho capito furbetto.....:D

Roberta ha detto...

Ciao,sono Roberta di TangOblivion di Venezia. Mi associo all'ammirazione per Osmar Maderna.
"Lluvia de estrellas" è un bellissimo brano. Certe esecuzioni di Maderna potrebbero essere belle colonne sonore di film d'altri tempi!

Lucas di Giorgio ha detto...

ciao Ale, ti interesserà sapere, oforse già sai, che Maderna a scrito alcuni pezzi molto belli, come "Lluvia de estrellas", "Concierto en la Luna", "Escalas en Azul", tutti nomi su il cielo, su le stele, l area, ecc, perche lui era aviatore, ed e morto, povero, propio volando un aereo!

niky ha detto...

Anche Osvaldo Fresedo aveva una passione per l’aviazione: ottenne il suo brevetto di pilota nel 1923 anno in cui registrò il tango: "La Ratona", dedicato al suo istruttore di volo Eduardo Olivero e al suo aereo, che portava quel nome. Un altro tango composto da Fresedo fu "Desde las nubes".

farolit ha detto...

ma tu come lo sai che gli piaceva la granita di caffè. Dalle mie parti - MessinaWorld - la granita di caffè è un'istituzione, sarebbe bello associargli un leggiadro accordo di Maderna assieme alla panna e alla Brioche.

:-)

niky ha detto...

Chi non muore "affogata alla panna e caffè" :D si rivede

Anonimo ha detto...

Come mi mancano le granite al caffe di Trhhapani!!
AF

Alessio ha detto...

Ciao Lucas! Unico vero uomo della mia vita... Come stai? Ti penso sereno e molto impegnato nel lavoro, ti aspettiamo presto a Parma. Sì, sapevo della tragica morte di Maderna, schiantatosi molto giovane a bordo del suo aereo.
Per la granita al caffè... beh è una sensazione interiore. Ricordo la mia prima granita al caffè con pasta ad Acireale, un sapore che conservai a lungo nella memoria e che, son sicuro, piacerebbe anche al buon vecchio Osmar!
Le passioni aeree di Fresedo, invece, mi suonano nuove. Nicky, ne sai una più del diavolo!